Chi siamo

CAA LOGO QUADRATOWhatsweb

I Centri Ascolto e Antiviolenza Anddos sono presidi di assistenza e accoglienza dedicati alle discriminazioni basate su orientamento sessuale e identità di genere, che spesso ostacolano il percorso di una naturale e sana accettazione di Sé

I centri sono dedicati alle persone lesbiche, gay, bisessuali, transgender, intersessuali, che mediamente vivono purtroppo maggiori discriminazioni, ma anche a quelle persone eterosessuali che necessitano di sostegno/informazione nella loro relazione con persone LGBTI (genitori, coniugi, figli, parenti e amici di persone LGBTI).
Anddos ritiene, infatti, che le questioni relative alla salute e alla libera espressione della sessualità riguardino indistintamente tutte le persone, senza distinzione di orientamento sessuale e identità di genere. Nello sviluppare i nostri centri, abbiamo posto un’attenzione particolare ai casi più difficili e anche meno conosciuti, come ad esempio i fenomeni di disagio all’interno delle coppie dello stesso sesso o i casi omofobia interiorizzata.

Per quanto, tuttavia, si possano approfondire le diverse casistiche, il nostro punto di partenza si fonda su un approccio globale alla salute dell’individuo, delle sue esigenze e dei suoi bisogni fondamentali, che prescindono dall’orientamento sessuale e dall’identità di genere. Le differenze tra i vari tipi di sofferenza e discriminazione, infatti,  sono dettate dai condizionamenti della società e della cultura e non, come ormai ha dimostrato il progresso scientifico, da una presunta “natura” diversa in base all’orientamento sessuale e o all’identità di genere.

Ciò che cambia, invece, sono le singole persone ed è nostro proposito, con la nostra azione, essere uno strumento di aiuto per liberare il potenziale di ogni persona da complessi, pregiudizi, discriminazioni e da tutto ciò che ne possa condizionare la libertà e la consapevolezza di sé.  Nei nostri centri si trovano operatori/ trici esperti/e (operatore/trice di accoglienza, psicologi/e ed avvocati/e) in grado di ascoltare, supportare, e fornire indicazioni utili per il percorso di fuoriuscita dalle situazioni di difficoltà.

Dal 1° Dicembre 2015 è attivo il numero verde 800864630 (dal lunedì al venerdì dalle 14:00 alle 18:00) a cui risponderà un operatore o un’operatrice in grado di fornire una prima risposta alle tue domande e che ti darà tutte le informazioni necessarie per fissare un colloquio presso una delle nostre sedi ad oggi attive.

CONTATTI

SEDI 

ATTIVITA’

Ecco i temi più comuni che vengono affrontati nei nostri colloqui:

– accettazione della propria omosessualità/bisessualità
– accettazione dei propri comportamenti sessuali (ad esempio avere rapporti con un uomo non vuol dire essere “gay”)
– episodi di omofobia e bullismo
– relazioni in ambito parentale/familiare
– coming out
– relazioni intime ed affettive
– tutela della privacy
– abuso di sostanze
– inclusione sociale
– timori dei familiari
– atteggiamento di alcuni specialisti (psicologi, medici ed avvocati) condizionati da pregiudizi sulle persone LGBTI
– relazione con la fede
– genitori confusi e disinformati
– discriminazioni/emarginazioni nella scuola
– discriminazioni sul lavoro

Tutte queste tematiche sono all’ordine del giorno e attraversano la vita quotidiana di ognuno e ognuna di noi. Purtroppo, per via di pregiudizi e convinzioni sbagliate, a volte possono trasformarsi in problemi che impediscono una vita serena.
Per questo, se hai dubbi o qualsiasi tipo di domanda sulle questioni elencate sopra, non esitare a contattare il nostro numero verde 800864630!